Vespa Special Riviera

Settore turistico scelto e motivazione della scelta

La mia idea trova applicazione nel settore del turismo in Vespa. Si tratta di un segmento turistico innovativo, il quale si integra con la filiera produttiva dei trasporti, con il settore del turismo culturale ed enogastronomico. Ho scelto di sviluppare il mio progetto nell’ambito specifico del noleggio e dei tour in Vespa poiché si tratta di una realtà ancora poco conosciuta a livello turistico, soprattutto nelle destinazioni minori. Inoltre nell’immaginario collettivo, il mito italiano Vespa è da sempre sinonimo di made in Italy e durante gli anni ha riscosso un successo planetario. Per questo penso che l’attivazione di nuove attività specializzate nel
comparto considerato, possa favorire la valorizzazione di particolari attrattori culturali e naturali del territorio e il conseguente riposizionamento differenziato di destinazioni turistiche venete a maggior rischio di stagnazione o declino.

Area

La mia idea è focalizzata su un processo manageriale, orientato all’ottenimento di miglioramenti in termini di efficacia, di efficienza, di qualità ed è potenzialmente realizzabile.

Descrizione dell’idea-progetto

Il progetto dell’attività di noleggio e tour “Vespa Special Riviera”, nasce come proposta turistica alternativa per il territorio dell’OGD Riviera del Brenta e Terra dei Tiepolo. Questo tipo di destinazione, a livello turistico investe principalmente sul cicloturismo e sulle crociere fluviali disponibili lungo il Naviglio del Brenta, risentendo fortemente della stagionalità delle suddette attività. Per aggiornare la competitività turistica del territorio e destagionalizzare l’offerta, risulta quindi necessario investire in nuove imprenditorialità che possano garantire un’attrattiva turistica costante per l’area. La previsione di fattibilità dell’iniziativa “Vespa Special Riviera” è stata eseguita mediante la redazione di un business plan.
Lo scopo principale dell’organizzazione è quello di rendere disponibili al noleggio veicoli Vespa, utilizzati lungo itinerari turistici nella Riviera del Brenta appositamente sviluppati, studiati e commercializzati per il servizio. Per poter essere operativa nel prossimo triennio, si prevede che l’attività dovrà sostenere un investimento finanziario totale di € 57.270. Il successo di “Vespa Special Riviera” dipenderà dalla capacità di gestione della titolare, ovvero la sottoscritta, nel offrire veicoli ed itinerari turistici di valore e di proporli ad intermediari o direttamente ai clienti con un buon rapporto qualità-prezzo. Inoltre, durante i prossimi anni di servizio, l’attività sarà rivolta prevalentemente al mercato italiano, senza però lasciarsi sfuggire opportunità provenienti da quello
straniero. Provando quindi a delineare il profilo target dei clienti a cui “Vespa Special Riviera” si rivolge, si può dire che questi sono uomini e donne italiani e stranieri, con un’età compresa tra i 25 e i
50 anni, in grado di sostenere itinerari di circa 50 km di lunghezza, in possesso di patente di guida idonea, di comprovata esperienza all’uso di ciclomotori/motocicli e titolari di carta di credito. Tra i prodotti offerti da “Vespa Special Riviera” rientrano 4 veicoli Vespa 125 3V ABS e 2 veicoli Vespa 50 4T, noleggiabili per uno o più giorni e 3 itinerari ad anello che si snodano tra i territori dell’OGD considerata. Il prezzo include l’assicurazione, due caschi, giacche antivento e tutto il materiale informativo sugli itinerari. Esso varia per la durata del noleggio ma in media si aggira intorno ai 64€ per i veicoli Vespa 125cc ed ai 60€ per i veicoli Vespa 50cc. Per poter calcolare i ricavi di “Vespa Special Riviera”, si è ipotizzato che nei 3 mesi estivi (giugno, luglio, agosto), il servizio di noleggio venisse erogato mediante la vendita di tutti i veicoli Vespa disponibili, 7 giorni su 7, mentre nei mesi primaverili (marzo, aprile, maggio) ed autunnali (settembre, ottobre, novembre), seguendo una logica prudenziale, il servizio di noleggio venisse erogato sempre mediante la vendita totale dei veicoli Vespa disponibili ma solamente nei fine settimana, (da venerdì a domenica). Il ricavo totale annuale è quindi di € 58.656 mentre il ricavo totale trimestrale è di € 175.968. Considerando poi che con la Legge di Stabilità del 2016, all’art. 8 è stato riconosciuto un regime fiscale agevolato detto forfettario per le persone fisiche che avviano un’attività economica,
la sottoscritta può godere dell’agevolazione da contribuente start up. Questa agevolazione è messa in pratica con la fruizione, per i soggetti che intraprendono una nuova attività, per i primi 5 anni,
dell’aliquota del 5% e del coefficiente di redditività del 78% per il calcolo delle imposte. L’utile al netto delle imposte del primo anno dell’attività “Vespa Special Riviera” è quindi di € 20.475,94 mentre
l’utile triennale al netto delle imposte è di € 61.427,82.

Fattibilità e/o innovazione dell’idea-progetto

Ciò che è emerso quindi dall’analisi praticata attraverso la redazione del business plan è che il progetto “Vespa Special Riviera” può essere
concretamente realizzabile e, se sviluppato con attenzione, esso può costituire fonte di sostentamento per la sottoscritta, ideatrice e
titolare dell’organizzazione. Ricollegandomi all’introduzione riguardante la mia proposta, mediante lo studio di fattibilità che ho effettuato, sono giunta alla conclusione che il progetto “Vespa
Special Riviera”, integrandosi con le realtà consolidate del territorio quali “Il Burchiello” ed il circuito “Ville Card”, potrebbe produrre un duplice risultato: da un lato permetterebbe alle attrattività citate di sbloccarsi dalla situazione di stagnazione in
cui si trovano, legata al fatto che la destinazione stessa fatica ad aggiornare la propria offerta turistica, e di beneficiare dell’effetto di ringiovanimento conseguente alla costituzione dell’attività considerata. Dall’altro anche “Vespa Special Riviera” ne potrebbe trarre vantaggio, elaborando delle convenzioni e degli itinerari idonei al servizio mediante la collaborazione con i suddetti attori del territorio, permettendo quindi ai turisti di scoprire l’area grazie all’interdisciplinarità delle attrazioni e delle strutture ricettive di cui essa dispone. Questa realtà e la rete di imprese in cui essa si è costituita, se ben organizzata e gestita, può portare ad enormi vantaggi.

icona download pdf

Progetto di Rachele Bozzolan