The use of thermally activated delayed fluorescence (TADF) emitters in light-mediated strain release processes.

Settore scelto: Transizione energetica

Descrizione tesi

La tesi si sviluppa nell’ambito della fotochimica, e in particolare della fotocatalisi. La possibilità di attivare processi chimici con l’utilizzo di luce offre numerosi vantaggi rispetto alla normale attivazione termica, tra cui l’utilizzo di condizioni di reazione più moderate, una maggiore selettività e una conseguente efficienza energetica maggiore. Nel progetto di tesi, è stata sviluppata una nuova metodologia per la sintesi di azetidine, composti con forte rilevanza farmaceutica. Questa trasformazione è stata ottenuta per la prima volta per via fotocatalitica, a temperatura ambiente, senza utilizzare additivi o reagenti pericolosi. Inoltre, sono stati impiegati come fotocatalizzatori dei composti TADF che non erano mai stati utlizzati in questo ambito, ma solo nella manifattura degli OLED. l progetto di Tesi è stato svolto presso il Dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di Padova. Sono stati utilizzate le seguenti tecniche di caratterizzazione dei composti (NMR, Assorbimento, Fluorescenza, Fosforescenza, ESI-MS)

Progetto di Visentini Stefano