Società Benefit e Reporting del Beneficio Comune: l’analisi di un caso empirico

Settore scelto: Economia Circolare, Sostenibilità Digitale

Descrizione tesi

Il progetto di tesi esamina in dettaglio il contesto dell’introduzione delle Società Benefit in Italia, avvenuto nel 2016 tramite la Legge n. 208 del 28/12/2015. Queste Società, caratterizzate dal duplice scopo di lucro e di beneficio comune sull’ambiente e sulla società, sono soggette all’obbligo di rendicontazione annuale in merito al grado di raggiungimento degli obiettivi di carattere finanziario definiti nel loro oggetto sociale. La tesi esamina i fattori che compongono il contesto di formazione delle Società Benefit in Italia, e ancor prima, delle Benefit Corporation americane, e propone un’analisi delle rispettive normative, accennando inoltre al fenomeno delle Certified B Corp. La tesi affronta anche l’aspetto normativo e le pratiche della rendicontazione non finanziaria, esaminando gli strumenti e gli standard utilizzati per valutare gli impatti sulla sostenibilità delle Società Benefit e, più in generale, delle imprese for profit. Vengono considerate anche le Direttive Europee e gli standard internazionali, delineando un panorama completo delle opzioni a disposizione delle imprese per conformarsi alle esigenze di trasparenza e accountability relative alla rendicontazione non finanziaria. Infine, la tesi propone uno studio approfondito sulle modalità a disposizione delle Società Benefit per la redazione della loro relazione annuale, anche definita Report di Beneficio Comune, indagando sul processo di rendicontazione non finanziaria tramite l’analisi di una serie di registrazioni vocali documentanti la creazione del report di una Società Benefit costituitasi nel 2021. L’analisi ha rivelato quattro fasi chiave nel processo di creazione del report, ed ha permesso inoltre di indagare sul grado di coinvolgimento degli stakeholder realizzato dalla Società Benefit oggetto di studio.

Progetto di Motta Francesca