Percorso Creativo Veneto (PCR): l’Esperienza Digitale

Settore turistico scelto e motivazione della scelta:

Nel progetto si vuole coinvolgere tutti i possibili turisti, italiani o esteri di ogni fascia d’età. I principali target saranno i soggetti con maggiore dimestichezza nell’uso di piattaforme digitali, in particolare: giovani e adulti.
Utilizzo delle tecniche del marketing esperienziale per promuovere un turismo più attivo, coinvolgente, creativo con l’integrazione di mezzi digitali (App). Progetto applicabile in contesto regionale o cittadino/locale.

Area:

Il progetto vuole coinvolgere i principali Enti Territoriali Pubblici del Veneto per promuovere i siti turistici e d’attrazione culturale più famosi. La funzione principale riguarda la possibilità di coinvolgere il turista in una visita ‘attiva’ del monumento, centro storico, museo, sito naturalistico tramite una sua partecipazione. Si vuole proporre una concezione turistica più interessante e creativa rispetto a quella a cui siamo abituati. Si tratta di coinvolgere il turista suscitando curiosità tramite una sorta di ‘percorso esperienziale’ che invogli il soggetto a visitare il
più possibile e in modo più approfondito e scoprire posti che non avrebbe mai valutato di visitare.

Descrizione dell’idea-progetto:

L’idea sviluppata consiste nella progettazione di ‘esche’ nei principali siti turistici costituite da leoni stilizzati (rappresentanti la Regione Veneto) contenti all’interno dei QRcode. Il turista recandosi nelle varie destinazioni provviste di queste esche dovrà scattare una foto al codice tramite smartphone o Tablet. Scattando la foto si aprirà un collegamento ad un applicazione dedicata o a applicazione già esistente (per esempio Visit Veneto) con un conseguente accumulo di punti. Ad ogni foto corrisponde infatti il guadagno di un punteggio che varia in relazione al luogo visitato, alla città e al periodo dell’anno in cui si scatta. L’accumulo di punti mediante le foto provvederà a ‘sbloccare’ virtualmente la destinazione visitata in una mappa virtuale. La mappa è suddivisa per zone. Al completamento di una zona, quando si sono visitate tutte le attrazioni previste, si possono ottenere dei premi, delle scontistiche nelle prossime visite, degli spunti fotografici o delle guide gratuite della zona. La raccolta punti è progettata per essere condivisa, si possono vedere i punteggi dei miei amici e assegnare un valore alla mia visita, così facendo posso comunicare consigli e apprezzamenti sul luogo da visitare. Inoltre, raccogliendo punti si guadagnano dei gradi virtuali di conoscenza del veneto in stile TripAdvisor.
I punti guadagnati sono riscattabili nei seguenti modi:

  • Tramite Ufficio turistico del luogo con la consegna di premi: spille della città marchiate PCV, guida turistica dettagliata, cartoline, attestati di visita della città, attestati di grado virtuale conquistati.
  • Tramite App con la creazione codici QR che prevedono sconti per le prossime visite in musei e altre attrazioni.
    Il percorso mira a suscitare curiosità e maggiore consapevolezza dei luoghi visitabili. Sono previsti inoltre più codici per uno stesso luogo in modo da incentivare una visita più approfondita di un determinato monumento o percorso naturalistico. La definizione dei punteggi guadagnati sarà ponderata all’importanza del luogo che si visita. Questo progetto mira anche a promuovere il turismo delle escursioni naturalistiche. Il progetto prevede l’apposizione di codici anche nei cartelli del CAI o di altri sentieri spesso particolarmente poco sponsorizzati per la bellezza che offrono.

Fattibilità e/o innovazione dell’idea-progetto:

Progetto che risulta economicamente fattibile in termini di investimento. L’apposizione dei cartelli rappresentanti i codici QR non richiede molti investimenti. L’aspetto più esoso riguarda lo sviluppo software dell’applicazione dedicata ma che comunque non dovrebbe risultare particolarmente gravosa. Ulteriore sforzo economico riguarda la progettazione di premi che non avranno valore intrinseco elevato ma che devono pur essere ideati e fabbricati e inoltre bisognerà valutare l’applicazione delle scontistiche.

Progetto di Riccardo Vettore