PADOVART

App per eventi culturali (concerti, mostre artistiche/ fotografiche, eventi coreografici ecc..) integrata dall’organizzazione degli eventi stessi, per la creazione di un polo artistico.

Settore turistico scelto e motivazione della scelta:

Settore Culturale/Economico (turismo creativo)/ Terziario avanzato (nuove tecnologie + servizi):
Coinvolgerebbe i diversi artisti locali aiutando a dare un immaginario distintivo alla città che si rifletterebbe sulla cultura di massa della stessa. Svilupperebbe il concetto di città digitale, tramite l’app unita al servizio di organizzazione eventi.

Motivi:
– valorizzazione cultura territoriale/ emergente;
– al momento non esiste un app eventi che incorpori l’organizzazione degli stessi.

Area:

Il contesto reale iniziale nel quale sviluppare tale progetto è Padova, città con molte influenze artistiche e diverse realtà organizzative che possono creare una rete collaborativa. Essendo una città universitaria si punterebbe su una partecipazione attiva di diversi studenti che cercano un’occupazione stimolante e modulabile.La principale funzione è quella di accresce il senso artistico territoriale, favorire lo scambio di idee, creare occupazione di tipo gestionale/ organizzativo tra i giovani e allo stesso tempo massimizzare le possibilità di espressione dell’arte in ogni sua forma al fine di far diventare Padova un polo di riferimento culturale, trattando iniziative sia di nuova fattura che di memoria storica. un altro punto riguarda la riqualificazione del territorio urbano ed extraurbano utilizzando edifici in disuso e portando uno scambio economico ed interesse culturale anche in locali normalmente scarsamente frequentati (fornendo un supporto alla direzione artistica).

Descrizione dell’idea-progetto:

Idea-Progetto: 
Sviluppo di un App intuitiva e di design per la ricerca di eventi culturali (concerti, mostre artistiche/ fotografiche, eventi coreografici ecc..) presenti nella città di Padova e l’organizzazione attiva degli stessi. 
L’applicazione dovrà creare un percorso che guidi l’utilizzatore alla scoperta delle iniziative che più soddisfano il suo bisogno. La sezione deputata all’organizzazione delle iniziative con una particolare attenzione al: controllo delle informazioni; al fornire eventi equilibrati per luoghi scelti; nel curare i rapporti tra artista – ente ospitante – organizzatore esterno eventuale; nella creazione di relazioni durature con tutte le parti coinvolte. 
l’idea si propone di aumentare l’afflusso turistico, di far diventare Padova un polo artistico di riferimento, coinvolgere attivamente i giovani nella realizzazione del progetto, riavvicinare i giovani alla cultura, creare nuovi spazi d’espressione artistica e punti di incontro e vita sociale.

Modalità di sviluppo iniziale consiste nel creare due sezioni principali che possano lavorare in parallelo.
la Sezione Organizzativa incaricata di: 
creare relazioni con gli interessati, inserendo i loro contatti all’interno di un database, suddiviso per le seguenti due macrocategorie: 


  • Artisti (sezione fotografi, sezione gruppi musicali, teatro ecc..);
  • Luoghi Ospitanti (sezione Ville storiche, bar, musei, parchi ecc..);
  • organizzare gli eventi stessi e supportare l’organizzazione di eventi di terze parti;
  • reclutare le iniziative già esistenti al fine di inserirle all’interno della scaletta degli eventi creati in modo da presentare una rosa di iniziative territoriali il più possibile completa.
  • la Sezione Applicazione, la quale è incaricata di:
  • sviluppare un applicazione per cellulare che raccolga: in una prima fase tutti gli eventi organizzati, e successivamente, una volta raggiunto un buon livello di relazione con organizzatori terzi, inserisca gli eventi esterni;
    controllare le informazioni fornite nella piattaforma riguardo gli eventi in modo che siano complete e aggiornate;
  • fornire un supporto, una sorta di “tool-free number like” con il quale gli artisti e gli ospitanti possono interloquire per dettagli tecnici, spiegazioni, variazioni.

Comunicazione: per la divulgazione dell’app ci si affiancherebbe ad enti in grado di raggiungere i segmenti target interessati, come l’università di Padova ( per gli studenti); gli info point presenti nelle diverse sedi culturali presenti in città (musei, stazione); agenzie turistiche che possono consigliare l’utilizzo dell’App.Prendendo spunto dai lavori di segreteria e tutoraggio che offre l’università di Padova agli studenti, si potrebbe sviluppare un tipo di lavoro atto a responsabilizzare i giovani che li aiuterebbe ad entrare nell’ottica del mondo lavorativo, gestionale, manageriale. Inoltre gli stessi studenti possono farsi promotori della divulgazione e buona riuscita del lancio del progetto. Le ragioni di finanziamento sono plurime:un organizzazione in tal senso potrebbe portare più turismo alla città, coinvolgerebbe i giovani ad una partecipazione più attiva come cittadini, favorirebbe il fiorire dell’arte a Padova, il tutto porterebbe a vantaggi economici a lungo termine.
La vera forza di questa idea progetto stà nell’innovazione e diversificazione dell’offerta infatti, ad oggi non esiste un app che tenga conto sia dell’organizzazione attiva degli eventi sia della loro pubblicità. Esistono solo “app-storage” che immagazzinano eventi organizzati dai proprietari degli eventi stessi o dei locali. Il limite del sistema “app-storage” è che non viene preso in considerazione il rapporto organizzatore – artista – ente ospitante: viene fornita solo una lista di eventi non completa e solo a chi è a conoscenza di tali app; inoltre poco spesso le informazioni riguardanti gli eventi vengono controllate. Un altro esempio negativo è la sezione Eventi su facebook (oggigiorno probabilmente il modo più utilizzato tra i giovani per ricercare stimoli sociali) dove le iniziative di vario tipo sono alla mercè dell’organizzatore della pagina dell’evento, con la conseguenza che se l’organizzazione non è all’altezza, l’evento “cade in disuso” e non viene giustamente valorizzato.Tale progetto, se ben sviluppato, potrebbe procedere inglobando altre città del territorio Veneto nelle quali potrebbero stabilirsi delle sedi distaccate. Tale approccio porterebbe gli stessi vantaggi suddetti e potrebbe costituire una idea di start up a lunga durata che se finalizzata porterebbe un buon margine di guadagno, tutto questo potrebbe attrarre investitori.

Fattibilità e/o innovazione dell’idea-progetto:

impatto e vantaggi: 


  • Maggiore affluenza turistica:
  • riuscendo a divulgare nella giusta maniera eventi ben strutturati, verrebbe a crearsi una reputazione, sinonimo di garanzia che attrarrebbe persone interessate ad una fiorente diversità culturale genuina, questo sarebbe non solo un guadagno morale ma ne gioverebbe la città intera nella quale si riverserebbero le spese dei turisti per servizi terzi;
  • Padova come polo artistico di riferimento:
  • Padova diventerebbe un esempio di organizzazione culturale, possibilità d’espressione e diversità artistiche per altre città italiane;
  • Riavvicinare la cultura ai giovani:
  • l’organizzazione di eventi di memoria storica e la così alta attenzione al coinvolgimento dei giovani in questo progetto porterebbe maggior conoscenza della cultura del passato che, al giorno d’oggi è sempre più ignorata dalle nuove generazioni, come i millennials. Inoltre il modo di comunicare scelto (l’app per cellulare) è il modo migliore colpire questo tipo di segmento target;
  • Possibilità di espressione e divulgazione per iniziative emergenti:
  • sempre piu spesso le iniziative emergenti trovano difficoltà nel ricavarsi il proprio spazio, spesso questo è legato alla poca affluenza di persone interessate all’iniziativa. Il progetto vuole riportare la gente a vivere la varietà artistica, anche quella meno in vista;
  • Creazione di posti di lavoro giovanili e non:
  • tramite il coinvolgimento di pochi esperti che possono coordinare e indirizzare i giovani e gli studenti, che in tal modo iniziano ad addentrarsi in un ottica lavorativa;
  • Possibilità di estendere il progetto ad altre città:
  • possibilità di creare un progetto duraturo e con margini di guadagno;
  • Riqualificazione di luoghi urbani ed extraurbani scarsamente frequentati o in disuso:
  • portando alla riscoperta di luoghi non utilizzati da tempo
  • Carattere innovativo:
  • si tratta della diversificazione dell’offerta: al momento non c’è nessuna app di eventi che integri in maniera efficace il controllo delle informazioni sulle iniziative e l’organizzazione di esse. L’idea-progetto si propone di organizzare e gestite degli eventi culturali in modo da essere coinvolta non solo da un punto di vista economico (come le altre app) ma più da un punto di vista “emotivo”. In tal modo si può sviluppare un senso di appartenenza (essendo un iniziativa interna, c’è il forte desiderio che tale evento vada per il meglio). Rendendo così la comunicazione efficace degli eventi nel territorio, non una mera questione di numeri ma di qualità del servizio. Tali caratteristiche segnalano un area di mercato incontaminata e una buona possibilità di attuare una strategia “oceano blu” per la riuscita del progetto.

Progetto di Luca Restaino