Mount&experience – Facilitatore di rete per microimprese turistiche e amministratori in ambienti montani

Settore turistico scelto e motivazione della scelta

Il turismo montano vive negli ultimi anni un momento negativo, segnato dalla difficoltà di innovare la propria offerta ed allinearsi agli attuali trend turistici. Se da un lato questo accade per i mutamenti della domanda, dall’altro pesa una forte discrepanza tra la necessità di fare rete, internazionalizzando il prodotto e adottando un brand unitario, e una tendenza prevalentemente isolazionista, locale e di micro-impresa. Nonostante le enormi potenzialità, infatti, nei territori montani, specie veneti, le imprese turistiche tendono a non collaborare in ottica di prodotto turistico, e le politiche di sviluppo locale o regionale faticano nel portare nuova linfa a questi territori “secondari”. Il progetto Mount&xperience si proporrà come elemento aggregante per la creazione di un prodotto turistico globale di forte appeal, facilitando e promuovendo il processo di dialogo e sviluppo che coinvolga attori privati e pubblici, mettendoli in rete per far emergere la vocazione turistica.

Area

L’impresa intende innovare l’offerta turistica in quei territori montani in cui la vocazione turistica fatica ad emergere e a sostenere l’economia locale. In linea con le tendenze attuali in termini di turismo, Mount&xperience ambisce a diventare il “trait d’union” tra una domanda sempre più votata all’autenticità e all’esperienzialità e il potenziale spesso inespresso dell’offerta naturalistica, artigiana, culturale e storica dei territori montani veneti. Per perseguire questo ambizioso obiettivo si intende fornire servizi mirati e personalizzati di consulenza e formazione a imprese turistiche, professionisti ed enti locali, grazie ad una presenza fisica e un dialogo costante con gli attori nei territori beneficiari, un sistema di capitalizzazione e trasferimento di buone pratiche tra differenti territori e tra differenti mondi, colmando le distanze non solo fisiche con centri di ricerca e universitari, e un bagaglio di competenze diversificato adattabile a diversi interventi.

Descrizione dell’idea-progetto

I territori montani italiani vivono momenti di sviluppo turistico assai diversi: se alcune realtà sono fortemente sviluppate, altre faticano ad emergere, nonostante grandi potenzialità, offrendo prodotti turistici standardizzati e spesso legati soltanto agli sport invernali. Territori vivi, tuttavia che a differenza di altri contesti quali le grandi città d’arte o le destinazioni marittime, presentano una forte vitalità e delle economie che prescindono dall’economia del turismo e dell’accoglienza. Storie di artigiani, quindi, natura, cultura e tradizioni. Filiere tanto preziose quanto minacciate, da un’offerta sempre più globalizzata e competitiva e dall’incapacità di far leva sui punti di forza e il fascino del piccolo, unico, nascosto, artigianale. Perchè il turismo possa giocare un ruolo positivo nello sviluppo e consolidamento dell’economia locale, è necessario disegnare uno sviluppo turistico inclusivo, sostenibile e innovativo. Data la natura fortemente sistemica del prodotto turistico, ad essere coinvolte per prime devono essere proprio quelle imprese dei settori turistici strategici (ricezione, ristorazione, trasporti…) che negli ambienti montani sono spesso micro-imprese a gestione familiare. Per questo Mount&xperience intende offrire servizi di potenziamento e sviluppo dell’offerta turistica locale seguendola puntualmente, dall’ideazione alla promo-commercializzazione, attraverso una rete aperta di professionisti provenienti da diversi ambiti e dotati di varie competenze che collaborano su base progettuale. Poichè inoltre nel turismo pubblico e privato devono collaborare in un’ottica di sinergia e valorizzazione del territorio, della sua cultura e tradizioni, è necessario che questi due mondi vengano messi in contatto. Mount&xperience vuole porsi all’interfaccia di queste dimensioni, collaborando con istituzioni pubbliche – comuni, comunità montane – e operatori privati – imprese e professionisti, le reti esistenti e quelle future, sfruttando anche possibili sinergie con la società civile e l’accademia. L’impresa è tuttavia ben cosciente dei limiti e delle difficoltà di operare in questi territori, spesso poco predisposti alla collaborazione, al cambiamento e all’innovazione.L’intento è offrire prima di tutto formazione, informale e interattiva, per colmare i gap di competenze e conoscenze che caratterizzano gli ambienti montani. La formazione diventa poi occasione di conoscenza e scambio tra operatori che tendono ad operare in modo isolato e distante dalle dinamiche di mercato, e offre anche la possibilità di selezionare attori adatti a collaborare in ottica di prodotto turistico. Da qui la possibilità di agire come facilitatori, mediatori e manager di reti turistiche verticali, orizzontali o diagonali, che possano assorbire e rielaborare meglio politiche regionali e locali, innovare, coordinarsi, offrendo così un prodotto turistico aggiornato. La consulenza ad imprese turistiche non rappresenta di certo una novità: lo è però in aree marginali e nei confronti delle piccole imprese, che ottengono normalmente supporto puntuale da professionisti in settori tradizionali (es: contabilità), ma non consulenze a 360°. Per questo l’idea copre uno spazio di mercato nuovo e dotato di grandi potenzialità, ed ha inoltre la possibilità di rivestire un ruolo importante nello sviluppo locale sia nel breve che nel lungo periodo.

Fattibilità e/o innovazione dell’idea-progetto

L’impresa si inserisce sul mercato in una posizione unica, offrendo un servizio di consulenza e promozione turistica esperienziale incentrato su zone secondarie di montagna, dove le piccole imprese difficilmente hanno accesso a forme di consulenza aziendale a 360°.
Mount&xperience avrà una struttura aperta, fluida e dinamica: l’intenzione è uscire dall’ottica statica di una società di proprietà unicamente dei suoi fondatori, per aprirsi ad una proprietà condivisa di tutti i suoi membri dislocati sui territori di intervento, attraverso una gestione partecipata e partecipativa. L’impresa diverrà pertanto un contenitore di buone pratiche e competenze, adattandosi alle necessità e alla peculiarità di ciascun territorio di intervento. Si riscontrano continuamente evidenze della presenza di grandi risorse e competenze nei territori montani. Con questo progetto si intende fare in modo che queste competenze presenti rimangano sul territorio e possano essere supportate attivamente da Mount&xperience, senza doversi necessariamente spostare in contesti urbani per cercare opportunità di lavoro. La società non avrà una sede fissa, ma opererà attraverso i suoi collaboratori da remoto. Qualunque professionista del settore con buone idee e voglia di fare potrà rivolgersi al gruppo per avere supporto istituzionale e di competenze, grazie al continuo rafforzamento e visibilità del brand.
In quest’ottica Mount&xperience non è una società, quanto piuttosto un’idea: quella di creare una rete di competenze e opportunità che prescindano dai limiti fisici di vivere in zone secondarie, con l’unica condizione che vi sia una rete internet disponibile. In parallelo a questa ottica di a-località, si intende però anche operare sul territorio e con il territorio. Pertanto, c’è l’intenzione di creare dei sotto-brand che abbiano una forte identità di luogo, estendendo il raggio d’azione potenzialmente a tutto l’arco alpino. In linea con questa visione, si intende supportare attivamente la creazione di nuovi sotto-brand locali, se e solo se vi sia la possibilità di garantire una presenza fisica radicata da parte di almeno un collaboratore.
Il modello è replicabile, innovativo e aperto, e intende fare e proporre reti, prescindendo dalla località per quanto riguarda l’aspetto collaborativo e il trasferimento di buone pratiche, ma rimanendo allo stesso tempo fortemente radicati nei territori di intervento per quanto riguarda la comprensione dei contesti e l’implementazione dei progetti.

icona download pdf

Progetto di Maria Martini Barzolai

 

Privacy Policy Cookie Policy