Alba, Sviluppo di un’imbarcazione a vela ad energia rinnovabile

Transazione Energetica Economia Circolare

Descrizione tesi

Nella mia tesi, analizzo la situazione attuale riguardante l’inquinamento e il riscaldamento globale, giungendo alla conclusione che ci troviamo in un punto critico senza possibilità di ritorno. Ho iniziato ad indagare sull’inquinamento causato dalle imbarcazioni. A livello globale, il 15% dell’inquinamento dovuto ai trasporti è causato da circa 70mila imbarcazioni. Questo contribuisce significativamente all’inquinamento atmosferico domestico e ambientale, responsabile di circa 7 milioni di morti premature all’anno. Nel Mediterraneo, più di 30mila navi operano utilizzando olio combustibile pesante, bruciando oltre 19 milioni di tonnellate di carburante l’anno, superando i limiti di sicurezza dell’OMS per ossidi di azoto, zolfo e particolato sottile, causando danni a persone e ambiente. Le navi da crociera, costituendo solo il 3% della flotta navale, producono il 24% dei rifiuti ambientali annui. Un pernottamento su una nave da crociera consuma 12 volte l’energia di una notte in hotel e produce un’alta impronta carbonica. Le città costiere italiane sono particolarmente colpite dall’inquinamento causato dalle imbarcazioni, specialmente quelle da crociera, che attraccano vicino al centro delle città. Le imbarcazioni rappresentano anche un grave rischio per i mammiferi marini, con una probabilità del 79% che una collisione a 15 nodi risulti letale. L’inquinamento acustico prodotto dalle imbarcazioni danneggia, poi, le specie marine che si affidano all’eco localizzazione. Il rilascio di acque di zavorra da navi di grandi dimensioni causa danni agli ecosistemi marini a causa del trasporto di specie non autoctone. Costruzione e manutenzione delle imbarcazioni da diporto comportano l’emissione di sostanze inquinanti, con effetti negativi sugli ecosistemi e gli organismi, problema aggravato dallo smantellamento delle stesse in impianti di riciclaggio al di fuori dell’UE, alcuni dei quali non rispettano standard ambientali adeguati. ALBA è un’imbarcazione ecosostenibile con l’obiettivo di utilizzare zero combustibili fossili, in grado di impiegare fonti energetiche idroelettriche e solari per navigare, grazie a nuove tecnologie in fase di sviluppo. Uno dei propositi fondamentali dell’imbarcazione non è solo il raggiungimento della piena autonomia attraverso l’uso di energie rinnovabili, ma che l’imbarcazione rispetti l’ambiente in cui naviga, con la totale assenza di emissione di gas. Questo progetto vuole spingere la mobilità del futuro: il prospetto per la barca a vela di circa 14 metri intende applicare il principio del riciclo e del riutilizzo di materiali di altre imbarcazioni e rifiuti presenti nell’ambiente. Quest’ultimo, assieme all’energia pulita, fa parte degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile redatti dall’ONU per l’agenda 2030. Dal punto di vista estetico, l’imbarcazione è stata progettata per immergersi e fondersi con il suo ambiente naturale, la sua forma si inserisce perfettamente nello spazio marino, quasi a simulare la vita Marina. Modalità operative: Uso di fonti energetiche rinnovabili: ALBA utilizzerà esclusivamente fonti energetiche idroelettriche e solari per la propulsione. Nuove tecnologie saranno sviluppate e integrate nella barca per sfruttare al massimo l’energia disponibile. Riciclo e riutilizzo: l’imbarcazione sarà progettata per applicare il principio di riciclo e riutilizzo di materiali provenienti da altre imbarcazioni e dai rifiuti presenti nell’ambiente, nell’ottica di ridurre gli sprechi e l’impatto ambientale legato alla produzione di nuovi materiali. Rispetto dell’ambiente marino: ALBA sarà costruita con un occhio di riguardo per l’ambiente circostante. La sua forma sarà studiata per integrarsi perfettamente nello spazio marino, evitando impatti visivi negativi e migliorando l’esperienza di navigazione. Zero emissione di gas: l’imbarcazione sarà progettata per garantire la totale assenza di emissione di gas inquinanti. Grazie all’utilizzo esclusivo di fonti energetiche rinnovabili, ALBA non produrrà alcuna emissione dannosa per l’atmosfera. Ragioni di investimento: Riduzione dell’inquinamento atmosferico: ALBA contribuirà in modo significativo a ridurre l’inquinamento atmosferico causato dalle imbarcazioni, migliorando la qualità dell’aria e la salute delle persone. Protezione dell’ambiente marino: grazie alla totale assenza di emissioni di gas inquinanti e alla progettazione rispettosa dell’ambiente marino, ALBA contribuirà alla conservazione degli ecosistemi marini e alla protezione della fauna marina. Adesione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU: ALBA si allinea agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU, promuovendo la mobilità sostenibile e la gestione responsabile delle risorse. Nuove opportunità di mercato: l’adozione di tecnologie innovative per l’energia rinnovabile nella navigazione potrebbe apre nuove opportunità di mercato e attrae investitori interessati a sostenere progetti all’avanguardia nel settore marittimo.

Progetto di Labidi Sara